Sottotetto o mansarda

23.10.2020

Chi non vorrebbe abitare in quegli appartamenti da telefilm, le cui finestre si affacciano sui tetti delle case e dominano la città sottostante? Chi non vorrebbe avere il proprio angolo studio, o relax nel sottotetto? 

Sottotetto o mansarda? Quale è il corretto termine? 

Spesso i due termini possono essere considerati, erroneamente, sinonimi. In realtà, nello specifico, hanno differenze sia a livello normativo che a valore commerciale. 

Il sottotetto

il sottotetto è una parte della casa compresa tra il tetto e il solaio di copertura dell'ultima unità immobiliare: si intende quindi lo spazio formato dall'angolo delle falde inclinate del tetto. Per queste sue caratteristiche non può essere abitabile, ma può essere usato come deposito, centrale termica, magazzino, ecc. Insomma il sottotetto non è altro che quella che comunemente chiamiamo soffitta. 

@pinterest
@pinterest
@pinterest
@pinterest

La mansarda

La mansarda è invece uno spazio  che ha caratteristiche tali per consentire una prolungata permanenza alle persone.  Mansarda può essere la parte superiore di una abitazione monofamiliare, da destinare a studio o cameretta oppure può essere un vero e proprio appartamento facente parte di un condominio. 

@pinterest
@pinterest
@pinterest
@pinterest

Da sottotetto a mansarda

E' possibile trasformare un sottotetto in mansarda? Da luogo non abitabile ad abitabile? La risposta è positiva: è possibile trasformare una soffitta in mansarda se vengono rispettati determinati requisiti e dimensioni

  • E' fondamentale che ci sia un rapporto aeroilluminante adeguato: sia che si tratti di areazione naturale che ventilata, la sua superficie non deve essere inferiore a 1/8 di quella della stanza
  • Le altezze devono essere conformi al regolamento edilizio della regione, è stabilita a 2,70 m per i locali ad uso soggiorno, mentre può scendere a 2,40 m per i locali tecnici, bagni e corridoi
  • Scendendo più nel dettaglio deve, ovviamente, rispettare i requisiti di urbanizzazione primaria come i collegamenti elettrici e isolato termicamente. 

Arredare una mansarda

Vede coesistere un grande svantaggio e nello stesso tempo un interessante vantaggio rispetto ad una qualsiasi abitazione tradizionale. Lo svantaggio è di avere meno volumetria utile, per cui gli spazi sembrano più angusti e difficili. Il vantaggio è che la sua forma così non tradizionale porterà ad avere un design degli interni unico, e differente in ogni situazione. 

Trucchi

Assecondare l'andamento dei tetti

Ovvio che una mansarda avrà delle zone più alte e zone più basse: il segreto sta nel cercare di sfruttare al meglio le altezze e gli spazi, inserendo le stanze che vivi quotidianamente e per più ore nella parte alta, mentre lasciare la zona armadio nelle aree con volumetria minore.

Usa pareti in cartongesso per regolare le altezze

Per limitare la percezione degli ambienti troppo spioventi è consigliato ricavare degli abbassamenti e delle nicchie rettilinee con i cartongessi dove inserire l'illuminazione a faretti, cappe nascoste, sistemi di ventilazione.

Cerca più luce possibile

La luce non è mai abbastanza, soprattutto in prossimità del tetto. Cerca di creare grandi finestre, lucernari e verande per avere sempre uno sfogo sull'esterno. Studia con attenzione anche la luce interna, resta sempre sul minimal e l'elegante. Non cercare combinazioni di lampadari troppo scenici, la struttura della casa lo è già di per se; la luce serve solo per metterla maggiormente in risalto. 

Non riempire, ma ottimizza lo spazio

Se lo spazio è ristretto non cercare di riprodurre una casa tradizionale, ma minimizza gli arredi, cerca soluzioni studiate su misura, come ad esempio ricavare bagni e armadi nelle zone più basse.


Dividi con arredi e pareti leggere

Non voler a tutti i costi creare stanze separate per ogni funzione, come faresti con una comune abitazione. Suggerisco di utilizzare librerie, armadi, o semplici pareti in listarelle di legno per dividere gli spazi e per creare la giusta privacy ad ogni ambiente.

Crea effetti scenografici e di effetto 

In una mansarda è sempre buona cosa inserire qualche elemento scenografico, che sia un elemento d'arredo, una carta da parati, un gioco di colori sulle pareti.