Progettare un giardino

07.02.2021

Per progettare un giardino non è sufficiente avere una buona idea di disposizione degli spazi, è importante avere delle nozioni base su differenti aree tematiche: la tipologia di pianta, i materiali, l'arredamento, l'illuminazione.

Innanzitutto è importante considerare il giardino con la stessa valenza di una stanza della casa, seppur esterno,  avendo la consapevolezza dello spazio a disposizione e tenendo conto delle problematiche logistiche che ne derivano: come il sistema di irrigazione, la sicurezza e la viabilità al suo interno. Ogni angolo deve essere ben studiato sia in virtù della funzione destinatagli, sia in base all'esposizione ad agenti atmosferici e all'orientamento del sole. E' importante infatti studiare delle zone più ombreggiate per determinate piante, o zone di pieno sole per altre. 

Il Concept

La fase preliminare del progetto, dopo aver ben chiaro quali siano le proprie idee ed esigenze per il giardino, è progettarlo concettualmente. Con dei semplici disegni a mano libera è importante raffigurare i vari spazi progettuali e le  funzioni del futuro giardino, avendo cura di indicare il rapporto e le relazioni tra le parti. 

Lo scopo del diagramma è quello di fornire un'organizzazione generale del progetto, avere una visione d'insieme identificando il tema principale. Per questo non è necessario, in questa fase, entrare nel merito specifico e dettagliato dei singoli elementi, di cui ci si occuperà successivamente. 

Progettazione

Sebbene la progettazione di un giardino possa sembrare un'attività complicata, in realtà se si seguono pochi e semplici passi potrebbe anche diventare un modo divertente per immaginare e poi realizzare il nostro giardino dei sogni.  

Scegliere la tipologia di giardino che si vuole ricreare è il punto da cui iniziare: le possibili combinazioni sono molteplici, da un giardino fitto di piante ad uno più inglese e libero. Un buon esercizio è quello di sfogliare delle riviste di giardinaggio o affidarsi al web per avere degli ottimi spunti. 

La scelta non è mai semplice, per cui è consigliabile creare un ventaglio di possibilità, e poi andando ad esclusione scegliere quella più si addice ai nostri gusti e alle nostre esigenze:  se ad esempio in una foto abbiamo gradito un angolo in particolare ma non ci piace tutto il resto, potremmo prendere a modello quel piccolo spazio e integrarlo nella progettazione del nostro giardino, in cui inseriremo tutti gli altri aspetti che ci sono piaciuti negli altri modelli.

Quali elementi considerare?

1. lo spazio a disposizione

Lo spazio che si ha a disposizione è probabilmente il fattore che più va a condizionare la progettazione del giardino, poiché il tutto deve essere organizzato in sua funzione prevedendo al suo interno ogni aspetto.

Infatti, in un giardino ci sono diverse zone che devono essere organizzate e ben delineate al suo interno, per questo motivo alcune di esse dovranno essere recintate, pavimentate, coperte dalla vegetazione, interessate da strutture importanti come fontane o piscine.

Tutte queste aree devono essere integrate in maniera armoniosa all'interno dello spazio che si ha a disposizione, pensandole e disponendole preventivamente sulla carta, fisica o digitale che sia, in modo del rendersi conto dell'effettivo spazio che andranno ad occupare. 

 2. le condizioni climatiche

Le condizioni climatiche della zona in cui stiamo progettando il nostro giardino sono importanti per capire soprattutto quali piante dover utilizzare. Se, infatti, viviamo in una zona molto calda è bene preferire delle piante adatte a questa tipo di clima e che non hanno necessità di moltissima acqua, come ad esempio le piante grasse.

Se invece viviamo in una zona più fredda è bene piantare una vegetazione resistente ad un clima più rigido e che sia adatta a sbocciare proprio durante il periodo invernale. Ovviamente è poi di grandissima importanza capire quando è il miglior momento dell'anno per poter piantare un determinato tipo di fiore o una particolare tipo di pianta, in modo che essa possa attecchire nel nostro terreno sfruttando le giuste condizioni climatiche. 

3. il tipo di terreno

I terreni sono molto vari, poiché cambia tipo di drenaggio e dei nutrimenti che sono al suo interno. 

4. l'illuminazione

L'illuminazione del giardino è molto importante all'interno del giardino per renderlo funzionale alla vivibilità dello spazio, ma costituendo anche un ottimo modo per completare l'arredo e l'ordinamento stesso. Innanzitutto, dobbiamo considerare quali angoli dover illuminare, oltre chiaramente all'area attrezzata che è la zona più funzionale del giardino e che dovrà appunto essere illuminata per fattori logistici.

Ma per quanto riguarda le aree coperte dalla vegetazione, potrebbero avere soltanto delle piccole sfere di luce o dei piccoli faretti che vadano a illuminare debolissimamente le foglie, ricreando così un aspetto molto rilassante

5. la scelta delle piante

Come abbiamo già detto, la scelta delle piante dipende da moltissimi fattori ed è una scelta che deve essere calibrata in maniera molto attenta, magari con l'ausilio di un agronomo o di una fioraio che possano consigliarci le piante più adatte al nostro terreno e al clima in cui viviamo.

In genere, però, per quanto concerne la progettazione del giardino le piante possono assumere diverse funzionalità che esulano da quella meramente decorativa e di ornamento. In primo luogo la pianta può assumere la funzione schermativa per altre piante, vale a dire un alto cespuglio o un albero che sopportano bene i raggi del sole possono fare ombra a una pianta che invece predilige maggiormente le temperature più basse.

In secondo luogo, le piante possono avere la funzione di delimitazione, andando a marcare i confini tra una zona e l'altra: una funzione di questo tipo è svolta ad esempio dalla siepe o dai cespugli di rosmarino, salvia, lavanda e quant'altro.

Piante dall'alto potere di ombreggiatura potrebbero essere utilizzate per ricreare uno spazio relax in cui collocare anche i mobili necessari o ancora alcune altre piante potrebbero anche avere una funzione deterrente per alcuni insetti o animali in particolari, come ad esempio la citronella che non è molto apprezzata dalle zanzare.

Infine, è ovviamente importante andare a considerare l'aspetto ornamentale della pianta cercando di variare per colore, ma soprattutto per stagione di fioritura, avendo così nel giardino sempre dei fiori aperti in qualsiasi momento dell'anno.