1.0 Gli spazi dell'abitare:        il soggiorno

04.07.2020

Dalla cucina al salotto, passando per la camera da letto e il bagno, gli spazi domestici hanno bisogno di essere organizzati e valorizzati. Indipendentemente dallo stile che rappresenta ognuno di noi, vi sono alcune piccole e semplici regole da osservare, per ciascuna stanza, per migliorarne la vivibilità

Il Soggiorno 

Da luogo di passaggio a luogo della casa in cui si vive per la maggior parte del tempo, nella quale ci si relaziona e si sta in famiglia, il soggiorno è diventato il Living per eccellenza. La zona della casa che meglio racconta la propria personalità: il biglietto da visita personalizzato in funzione dello stile e delle esigenze. 

Al giorno d'oggi i soggiorni hanno assunto molteplici configurazioni: sempre più si opta per spazi unici che accolgano la zona giorno, pranzo e studio, non dimenticando la possibilità di creare un soggiorno con zone separate. 

Come arredare e valorizzare al meglio, dunque, il cuore pulsante della casa?

Come distribuire i numerosi elementi che riempiono le nostre case, in modo da ottenere dei risultati funzionali ed esteticamente vincenti?

Di seguito alcuni trucchi e consigli per creare un soggiorno ad hoc. 

Living

Scegli il tappeto 

Nell'arredare il living è opportuno partire dal tappeto, per imboccare così la strada giusta. Esso, infatti, serve per delimitare lo spazio attorno al quale troveranno posto i mobili principali del soggiorno e gli eventuali accessori. Se scelti in uno stile contrastante al resto del soggiorno, saranno attrazione per lo sguardo , e punto focale della stanza. 

Il tappeto deve essere proporzionato alla grandezza dell'ambiente, né troppo grande né troppo piccolo. Per garantire la sua efficacia è buona cosa che sia posizionato in prossimità dei divani e delle poltrone. 

Scegli il divano

Il protagonista assoluto di qualsiasi salotto è il divano. La scelta ricadrà, oltre che sullo stile che più ci appartiene, su un modello selezionato in base allo spazio a disposizione, lasciando i modelli oversize ad ambienti generosi, optando per la funzionalità e praticità di coppie di divani, poltrone chaise longue. Tessuti e colori dovranno ricalcare lo stile della casa. 

Scegli poltrone, sedie 

Dopo aver scelto il divano, è tempo di completare il living con altre sedute, che potrebbero tornare utili quando si ricevono ospiti, o in mancanza di spazio per una coppia di divani. Non è necessario che le poltrone siano in abbinamento con il divano, anzi, è un ottima soluzione riempire l'ambiente di stili, colori, tessuti differenti, che danno dinamicità all'ambiente. 


Da non dimenticare i Pouf , ottimi piani d'appoggio e se presi in coppia con dimensioni differenti aumentano il gioco di volumi del soggiorno, dando piacere allo sguardo 

Scegli un tavolino

Un modello basso e posizionato frontalmente alle sedute, permetterà di appoggiarvi sopra libri, candele, vasi e decorazioni diverse. Sempre più gettonati sono i tavolini laterali, da posizionare ai lati della seduta, sui quali appoggiare lampade funzionali alla lettura

Scegli gli accessori e l'illuminazione 

Non ci resta che completare il tutto con gli accessori: complementi d'arredo e luci. Arricchiamo i divani con cuscini di varia forma e colore; ben accetti sono i libri e candele che danno all'ambiente un'aurea di relax. Scegliamo infine delle tende, che vestano il salotto definendone il carattere. Ne esistono di molteplici forme e dimensioni ( pacchetto, agganciate a bastoni, su binari..), lucide, trasparenti, coprenti. Sono preferite le soluzioni in linea con le sfumature cromatiche delle pareti, per dare continuità all'ambiente. 

Non è da trascurare l'illuminazione, di cui questo ambiente necessita maggiormente. Oltre al classico lampadario posto a centro stanza, è opportuno aggiungere delle lampade da appoggio, da terra o su tavolino, per esaltare il confort e il relax. 

Non meno importante è lo spazio da dedicare alle piante: grandi e lussureggianti, o piccole e grasse, per dare quel tocco indispensabile di verde che rende vivo il living.