Arredare con la carta da parati

22.11.2020

Rinnovare e decorare le pareti di casa è da sempre un popolare e coinvolgente argomento di discussione, che accende la fantasia e la creatività di tutti noi. Tra le numerose scelte di decoro, ha fatto il suo ritorno, dopo quarant'anni, la carta da parati. 

Se in passato era scomparsa dalle case, poichè considerata " passata di moda", negli ultimi anni è ritornata protagonista di molte case, grazie anche alle nuove tecnologie, alla vasta scelta del materiale e alle combinazioni di colori e fantasie presenti sul mercato. 

Oggi torna prepotentemente di moda nel mondo dell'interior design, presentandosi con nuove e spettacolari texture, che aggradano le esigenze e gli stili di tutti, dal classico al geometrico, al contemporaneo e all'astratto. 

Tale ritorno non è dovuto solo alla ciclicità delle cose, per la teoria che tutto torna di moda, prima o poi, ma perchè, oltre a dare nuovo aspetto alla parete, si presta ad essere una soluzione ottimale per nascondere delle irregolarità e delle imperfezioni della parete. 

Inoltre le wallpaper, gergo utilizzato dagli addetti al settore, ha una durata maggiore della tinteggiatura. Infatti se si è soliti ritinteggiare casa ogni 2-3 anni, con la carta da parati può resistere anche 10 anni, tutto dipende dal materiale con cui si realizza la tappezzeria. 

Tipologie di wallpaper

I materiali utilizzati per la stampa delle carte da parati sono diversi, ciascuno con le proprie caratteristiche e usi. 

1_VINILE: è il supporto adatto per rivestire pareti e soffitti di ambienti interni che si presentano in condizioni standard, da escludere quindi nelle cucine e nei bagni. La caratteristica principale è di far risaltare il disegno, rendendolo tattile, grazie alla sua texture leggera e resistente. 

2_VINILE A DOPPIO PASSAGGIO: realizzata come la precedente, ma grazie al doppio strato risulta avere una maggiore capacità assorbente e ridurre così il rumore, permettendo un miglior comfort acustico. 

3_LAMINA METALLICA: è una tipologia di wallpaper che come dice il nome stesso, mette in risalto da un lato l'aspetto e i riflessi metallici della superficie e dall'altro lo charme della seta o del tessuto. Ottenuto grazie all'unione di una laminatura metallica e una texture che ricorda il tessuto. Anche in questo caso è idonea per rivestire soffitti e pareti per creare un gioco cromatico stupendo.

4_IDROREPELLENTE: per gli amanti della tappezzeria, non poteva mancare questa soluzione. Realizzata in fibra di vetro con applicazioni di resina, è ideale per gli ambienti a contatto con l'acqua, il vapore e l'umidità. Ottima quindi per gli ambienti del bagno e della cucina. Spesso viene usata anche nei centri benessere e nelle Spa. 

Caratteristiche

Quali sono le caratteristiche che deve avere per essere considerata un buon prodotto?

Innanzi tutto deve essere ignifuga, quindi non infiammabile, e quindi di conseguenza deve rispettare delle normative europee sulla salute e l'ambiente. Deve essere facile da posare e rimuovere, possibilmente lavabile con prodotti adatti, ad esempio dei saponi a base neutra, ecologiche, idrorepellenti e resistenti agli urti e all'usura. 

PRO & CONTRO

Nonostante i risultati ottimi che si ottengono nelle case, anche questo materiale ha dei pro e dei contro. Tra i vantaggi troviamo sicuramente la sua ottima capacità di arredare e personalizzare un ambiente, ma a livello tecnico può vantare di essere fonoassorbente, avere una durata lunga nel tempo, proteggere i muri da macchie e nascondere le imperfezioni, creare effetti ottici e decorativi di grande impatto.

Gli svantaggi sono il costo, sicuramente più elevato della pittura, la posa o rimozione, che va effettuata da esperti; se si rovina non è facile ripristinarla e "aggiustarla", non la si cambia così rapidamente come il colore alle pareti: ovvero se ti piace cambiare stile d'arredo non è una spesa da affrontare. 

Oggi, quindi, la carta da parati è diventata adatta a tutti gli ambienti e a tutte le esigenze. In commercio si trovano numerose ditte che producono carte, dalle più storiche alle emergenti, per tutte le tasche. 

Molto buone e storiche sono: Wall&Decor, Wallpaper, London Art, Cole & Son, Pannelli & Volpi. 

Tutte all'italiana sono invece Instabilelab, Inkiostro bianco, Cartillawallcovering, Creativespace, Carta da parati artistica e Glamora. 

Queste sono solo alcune delle aziende del settore. 

Come scegliere la carta giusta?

Vista la carrellata di aziende, la scelta della carta da parati risulta essere difficile e complicata.. Primo step è cercare di restringere il campo geografico, favorendo quelle della zona o comunque più vicine.
Ristretto il campo in questo senso è importante comprendere quale sia lo stile che più ci appartiene e cosa vorremmo vedere rappresentato tutti giorni, se un motivo geometrico, un motivo naturale, astratto, materico, vintage, moderno, ecc ( la lista potrebbe essere infinita).
Definito il target che più ti appartiene, una successiva cernita è data dalle tonalità dei colori: a seconda dell'effetto che si vuole ottenere, la scelta della carta ricadrà su una dalle tonalità più scure piuttosto che chiare. Più scura, renderà la stanza più compatta e accogliente, mentre una chiara darà un effetto di ampiezza e luminosità.
Qualsiasi sia la tua scelta ricorda di non cadere nei tranelli delle wallpaper:
- Selezionare colore non adatto al mood della stanza e della casa, è importante che si abbini con i colori della casa e/o che crei dei contrasti di tono non troppo marcati
- non riprodurre un tema più volte all'interno della stessa casa. La carta da parati ha il compito di far apparire una parete o una stanza sulle altre.. Il riprodurre in serie la stessa composizione porterebbe a disordine e noia .
- non affidarti a carte scadenti
- non scegliere un tema che passerà di moda velocemente

Ora che hai tutte le nozioni necessarie, inizia la tua ricerca e lasciati ammaliare dalle molteplici idee e soluzioni disponibili.