Ad ogni stanza il suo quadro

30.08.2020

Non tutte le composizioni di quadri e cornici sono adatte a tutte le stanze di una casa. Ogni stanza vuole una scelta del tipo di quadro, sia nella dimensione che nel tema. 

Living

Mobili, divani, zone di passaggio e di relax: il living è forse l'ambiente più dinamico e complesso della casa. Si svolgono differenti funzioni dal relax, alla conversazione. Perciò il quadro in questa stanza ci sta sempre bene. Le pareti sopra al divano, per esempio, possono ospitare grandi quadri, l'importante è che siano posizionati nel modo corretto. Calcola la mezzeria del muro e appendi il quadro al centro, così come sarà centrato anche il divano posto sotto di lui. Anche le composizioni di più cornici allineate sono piacevoli alla vista, l'importante è che siano posizionate all'interno del perimetro del divano. 

@pinterest
@pinterest
@pinterest
@pinterest

L'area pranzo e cucina

La presenza di quadri in una sala da pranzo è sempre sinonimo di eleganza e raffinatezza. Utilizza questa strategia per dare all'ambiente una giusta importanza, senza esagerare con le combinazioni di vari elementi. 

In cucina, invece, vale la pena di inserire quadri di dimensioni leggermente ridotte, abbinati tra loro per forma o per tema. Consiglio di scegliere un tema legato al luogo, come ricette, piatti, frasi motivazionali per restare in un ambiente il più possibile omogeneo. Solitamente le cucine sono luoghi carichi di mobilio, trovare la giusta collocazione per i quadri non è sempre facile. Cerca di posizionarli sulla parete sopra il tavolo, oppure usa quadri di dimensioni più piccole, o addirittura semplici cornici vuote.

Molto in voga, e particolare, è la disposizione di quadri ad angolo. Creano movimento nella stanza 

@pinterest
@pinterest
@pinterest
@pinterest

Camera da letto

In camera da letto un quadro in testata è d'obbligo, a meno che non utilizzi della carta da parati, o il letto abbia già una testiera importante. Se non vuoi osare con quadri dalle grandi dimensioni, puoi sempre affidarti a delle composizioni lineari di due-tre quadri. L'importante è che la composizione non esca dal perimetro del letto. Scegli dei temi soft e rilassanti, spesso sono astratti, cornici semplici e dai colori tenui che si adattino all'arredamento della stanza. 

@pinterest
@pinterest
@pinterest
@pinterest

Corridoio ingresso

Anche in questi luoghi di passaggio i quadri sono degli stratagemmi efficaci per arredare. La loro funzione non si limita ad arredare, ma anche ad alleggerire le pareti di cupe zone o movimentarle. Puoi pensare di appoggiarle a mensole, appenderli ( in quel caso cerca di averli tutti della stessa misura e con temi simili), o addirittura appoggiarli a terra, se non intralciano il passaggio.

@pinterest
@pinterest
@pinterest
@pinterest

In bagno

Quadri in bagno si o no? Assolutamente si!

Ovviamente pochi li usano, spesso si fatica a pensare che un locale di servizio ne abbia bisogno, Eppure, questi elementi, arredano anche gli ambienti più insoliti. Ovviamente non puoi pensare di inserire quadri in pareti piastrellate, ma se si ha un rivestimento basso, oppure se non vi è affatto un rivestimento, perché non osare. Si tratta di inserire quadri di dimensioni medio-piccole, che riempiano una parete spoglia. Utilizza temi di acqua, natura, piante o anche pitture raffiguranti vestali al bagno. 

@pinterest
@pinterest
@pinterest
@pinterest

Scala 

Ultimo luogo dove, forse, non hai mai pensato di appendere quadri è la scala. Anche in questo caso valgono le regole degli spazi precedenti per tema, colori, cornici. La disposizione viene naturale, segue il salire o scendere della scala, cercando sempre di inserirli in un quadrato o un rettangolo immaginario. 

@pinterest
@pinterest
@pinterest
@pinterest