1.7 Gli spazi dell'abitare: il terrazzo

06.12.2020

Durante queste corte e fredde giornate autunnali se si guardano gli alti palazzi ai lati della strada saltano all'occhio tanti, troppi vasi vuoti e spogli, mereo ricordo dei colorati fiori e piante che riempivano le terrazze, i balconi e giardini.

Ma questo grigio periodo può diventare un ottimo momento per pensare a come arredare e sfruttare al meglio questi ambienti della casa. Ebbene sì, anche se non sono chiusi dentro 4 muri, questi spazi necessitano di essere riempiti e arredati con gusto e giudizio.
Di fatto non è così semplice e intuitivo arredare questi luoghi, spesso si teme di riempirli troppo, o al contrario di lasciarli troppo liberi e non ben usufruibili. Da una parte siamo spinti dalla voglia di avere dei terrazzi o giardini da copertina, con zone ben delimitate e arredate nel minimo dettaglio, dall'altra siamo frenati e spaventati dalla mole di lavoro e di cura che potrebbe comportare.


Come andare incontro alle esigenze di tutti?
Partiamo dalla trilogia cardine di questa disciplina: arte , ecologia e design. Queste sono le tre tendenze attorno a cui ruota tutto l'allestimento dell'esterno. Le aree verdi sono diventate uno sfogo indispensabile sia per il nostro benessere ma anche per quello della natura.

Arredare uno spazio esterno nasce dal connubio tra tre identità : costruzione, ambiente e psicologia, ed è proprio quest'ultima che determina il carattere e lo stile dell'arredamento, adattandosi alle esigenze del singolo.
Quali sono le domande da porsi quando si progetta?
Come organizzare lo spazio?
Come illuminarlo?
Come creare un ambiente piacevoli e duraturo? 

Il primo passo è organizzare lo spazio, allestendolo secondo tre elementi:  

 1. Ricercare la luce naturale
2. Creare zone funzionali che dividano lo spazio
3. Pensare a delle zone riparate dagli agenti atmosferici. 

In primis analizzate il terrazzo o il giardino geograficamente: la posizione determinerà gli arredi e i materiali da usare.
Determinata la posizione è bene identificare e suddividere le zone a seconda della funzione e della privacy, per eventuali zone relax e riposo. Inoltre la definizione dello spazio permette di avere tutto sotto controllo, che si tratti di uno spazio piccolo o di un grande giardino.
Ad esempio se hai un terrazzo spazioso è possibile identificare una zona pranzo con tavolo e sedie, una zona relax con divano o poltrone comode e se lo spazio lo permette anche un piccolo barbecue. Se invece una seconda zona pranzo non fa per te, puoi dedicare l'intero spazio al relax: zona divano, zona sdrai ed eventualmente un bella piscina idromassaggio.
Per accentuare la diversificazione e la divisione degli spazi un ottimo alleato è giocare con la luce. A seconda della funzione e del periodo dell'anno potrai creare differenti atmosfere grazie a luci di differenti misure, candele, lanterne. L'importante è che ogni funzione venga esaltata e messa un risalto.

Un terrazzo da 15 mq

Messi in pratica questi pochi consigli, nessun terrazzo e giardino sarà più spoglio e vuoto, qualsiasi sia la sua metratura.
Anche un balcone di 15 mq, con i giusti complementi d'arredo può diventare un piccolo angolo di paradiso.
Partiamo dalle piante, che non possono mai mancare. Per non affollare troppo il terrazzo si può optare per delle piante sospese o appese alle balaustre. Altra ottima soluzione è creare un giardino pensile. Tra le piante scelte inserite anche delle piante aromatiche: menta, basilico, rosmarino, salvia.
Se ti piacciono le cene all'aria aperta e romantiche, in questo piccolo spazio non può mancare un tavolino per una cena a due. Scegli degli arredi pieghevoli da poter chiudere e riporre in un angolo quando non li usi o hai bisogno di più spazio

Un terrazzo da 30 mq

In questo caso la metratura si fa molto più interessante: potrai dare sfogo al tuo pollice verde e alla tua fantasia. Puoi scegliere tra piante in vaso o rampicanti per creare un luogo coperto e riservato anche se vivi in un condominio. 

Per quanto riguarda l'arredamento non può mancare un bel tavolo da condividere con amici e una zona relax con un vero e proprio salotto all'aria aperta: un tavolino basso e dei divani, ultima tendenza è ricavarli da dei pallet di legno

Un terrazzo da 50 mq

In questo caso hai a disposizione un piccolo appartamento all'aperto. Potrai invitare amici e parenti ed organizzare non solo pranzi e cene intime, ma veri e proprio pranzi familiari. Un angolo con una piccola cucina e un barbecue è d'obbligo, puoi scegliere infiniti modelli e stili. Non può mancare un grande tavolo e una vera zona relax, con più divani e tavolini dove trascorrere il post-pranzo in tutta tranquillità. 

Se l'idea di una seconda cucina non ti piace, ma hai la passione per il verde, i 50 mq possono diventare un perfetto giardino pensile, anche in centro città. Puoi organizzarlo in sezioni, dividendo le piante aromatiche da quelle di bellezza, dai vasi ai rampicanti. 

Fantasticando ulteriormente potresti addirittura arrivare ad avere un piccolo orto sospeso, sfruttando al meglio le possibilità del tuo terrazzo.